Stampa

St. Camillus Dala Kiye

Paese: Kenya
Localizzazione: Karungu - distretto di Migori, sulle rive del lago Vittoria.
Beneficiari: Bambini sieropositivi e orfani  dell’AIDS.

Natura del progetto

Accoglienza e assistenza sanitaria

Il progetto

Il progetto si prende cura di 60 bambini, affetti da AIDS e trattati con la terapia antiretrovirale, seguiti da 6 figure materne e ospitati in altrettante casette all'interno del Centro Dala Kiye.
I bambini partecipano alle attività del Centro e frequentano la Scuola B.L.Tezza che sorge all'interno del complesso, ma mantengono un costante contatto con la comunità circostante e le famiglie di origine. La loro educazione è affidata ad educatori qualificati che li accompagnano nella loro crescita umana e socioeducativa.
È ampiamente riconosciuto che la famiglia dovrebbe essere la prima responsabile per il nutrimento, la cura e l’ istruzione dei propri figli e dovrebbe insegnare loro la conoscenza delle regole e dei valori della propria cultura. Inoltre, per uno sviluppo completo ed armonioso della loro personalità, si dovrebbe farli crescere in un' ambiente familiare felice, comprensivo ed amorevole. Il programma è operativo dal 2006 ed integrato nella realtà culturale e geografica a cui appartengono i bambini, in modo tale da non sradicarli dalle loro comunità. Sei case famiglia sono operanti con la capienza di dieci bambini ciascuna. Il costo del mantenimento annuo di una casetta è di €uro 10.000,00.
Il personale è composto da professionisti. Questo comprende il responsabile del programma, l’assistente del progetto, l’assistente sociale e 13 “mamme” adottive che si alternano, con turni di due settimane, nella gestione dei bambini.
Lo stato di salute dei bambini è costantemente monitorata dai medici del St. Camillus Mission Hospital.
L’obiettivo principale del progetto è quello di migliorare la qualità della vita dei bambini orfani malati di AIDS.
Molto è stato fatto e molto si farà ancora perché la comunità possa intervenire attivamente nel programma. Attraverso il coinvolgimento della comunità nel partecipare, contribuire e deliberare nelle scelte che riguardano gli orfani che vivono in AIDS si è visto che aumenta anche il senso di appartenenza al programma.

Il contesto

La provincia keniota in cui è situato il St. Camillus Dala Kiye e’ quella occidentale del Nyanza, affacciata sul lago Vittoria, che presenta il più elevato tasso di prevalenza dell’HIV del Kenya. I dati sono impressionanti: secondo l’UNAIDS la prevalenza tra gli adulti tra i 15-49 anni è dell’14,9%. Nella regione di Nyanza si stimano vivano 302.000 adulti con il virus dell’HIV. 
Nei distretti della regione l’incidenza cambia in base a molteplici fattori culturali, economici e sociali. In particolare il 70% dei nuovi casi sono tra le comunità di pescatori nei distretti bagnati dal lago Vittoria nel quale la prevalenza accertata del virus è del 39,3%. La profonda e dilagante povertà nelle comunità associata al devastante impatto dell’AIDS hanno destabilizzato le comunità in molti aspetti della vita. Sfavorevolmente colpiti sono gli orfani. Bambini privati di tutti i bisogni fisici, sociali, economici e psicologici dei quali necessitano per la loro crescita e sviluppo. La rete di assistenza sociale della comunità sta venendo meno perciò sono in aumento i bambini che mandano avanti quel che resta della loro famiglia. Sotto la maschera della disciplina, i bambini orfani e sieropositivi vengono maltrattati, abbandonati ed esposti ad inutili sofferenze. Bambini particolarmente vulnerabili che soffrono la mancanza di cure e la protezione della famiglia.

Aiutaci anche tu

A dare una casa ai bambini orfani sieropositivi