Stampa

Villaggio della gioia

Paese: Togo
Localizzazione: Atakpamé - regione centro-meridionale dello stato a circa 150 km a nord dalla capitale Lomé
Beneficiari: bambini, con età dai 3 mesi ai 12 anni, orfani di entrambi i genitori

Natura del progetto

Lotta alla malnutrizione

Il progetto

È l’autunno del 2009 quando il progetto “Villaggio della Gioia” comincia a prendere vita. Le richieste di aiuto per trovare una casa per bambini rimasti orfani, di uno o di entrambi i genitori, che arrivano all’Association Ensemble pour le bien etre de l’enfant sono in continuo aumento. Si decide così di creare un piccolo villaggio dove accogliere e crescere i bambini orfani. Attualmente, le case sono tre e ospitano una quarantina di bambini. Il centro è riconosciuto dallo stato e collabora con i servizi sociali statali. L’assistenza è assicurata da 13 “mamme” che si alternano giorno e notte nelle case per accudire i piccoli, alle quali si aggiunge personale educativo, sanitario e amministrativo. I bisogni alimentari dei bambini variano a seconda della loro età. Fino a 4 mesi solo latte che poi si alterna con pappe fatte di mais, riso, soja, miglio e arachidi fino a circa 8/9 mesi. Il piatto base è per tutti la polenta di mais, ma una corretta alimentazione richiede un programma nutrizionale settimanale completo.
Garantire una fornitura di cibo e micronutrienti con pasti equilibrati ai bambini è l’obiettivo principale per la lotta alla malnutrizione.
Un bambino malnutrito è un bambino che non ha ricevuto la giusta quantità di micronutrienti nei 1000 giorni che intercorrono tra il concepimento e i secondo anno di vita ed è, quindi, a rischio sviluppo ritardi motori e cognitivi. Un danno grave per lui e la comunità dove vive.

Il contesto

Il Togo è uno dei piccoli paesi dell'Africa occidentale ed ha una superficie di 56.600 Km² per una popolazione di circa 5 milioni di abitanti. Si tratta di un Paese povero, la maggioranza degli abitanti vive di agricoltura di sussistenza, di pesca e allevamento. A causa della povertà della terra e della mancanza di acqua, in alcune regioni del Paese, i contadini che lavorano i campi, da aprile fino a settembre, hanno raccolti e cibo che sono appena sufficienti per tre o quattro mesi.
 Inoltre, il problema della salute costituisce un grande impedimento allo sviluppo del Paese. La malaria, l'AIDS e altre malattie tropicali tolgono la vita a molti bambini e giovani che non hanno mezzi per curarsi. A questo proposito ill governo non eroga assicurazioni sociali o pensioni per aiutare i più poveri a pagare le medicine. L'Indice di Sviluppo Umano 2016 del Togo è pari a 0.487 e lo colloca al 166° posto (su 188). Il tasso di mortalità infantile sotto i cinque anni è del 7.8% e alto è inoltre il numero dei bambini che presentano deperimento e arresto della crescita. 

Aiutaci anche tu

A sostenere i bambini del Villaggio della Gioia