Stampa

Un mattone per Loimwe

Paese: Myanmar (ex Birmania)
Localizzazione: Villaggio di Loimwe, 38 km da Kyaing Tong non lontano dal confine thailandese
Beneficiari: bambini dai 6 ai 14 anni

Natura del progetto

Accoglienza, educazione e assistenza socio sanitaria.

Il progetto

Nel villaggio di Loimwe, da diversi anni le missionarie Sisters of Charity, organizzano una mensa e corsi di dopo scuola per i bambini e i ragazzi in una struttura di legno e lamiera, ora piuttosto fatiscente. Considerando che in questa zona dell’ex Birmania, sui monti, l’inverno è piuttosto freddo e non esiste alcuna forma di riscaldamento, se non l’accensione di un fuoco vicino alle capanne, si vorrebbe creare qualcosa di più confortevole in muratura. I bambini di queste zone sono in maggioranza Akha.
La situazione economica dell’intera zona, basata prevalentemente su agricoltura e allevamento, è molto critica ed è stata ulteriormente aggravata dal terremoto del 2011. Il garantire assistenza socio sanitaria alla popolazione e programmi nutrizionali ed educativi a bambini e ragazzi è l’obiettivo che si è prefisso la Fondazione PRO.SA al fine di migliorare, nel tempo, le condizioni di vita dell’intero villaggio. Si possono ottenere risultati positivi verso un incremento del benessere dei bambini, e delle famiglie del villaggio, solo attraverso un migliore ed adeguato sostegno ad essi.

Il contesto

Il Myanmar, ex Birmania, è uno Stato dell'Asia sudorientale e occupa parte della costa occidentale della penisola indocinese. Il suo Indice di Sviluppo Umano UNDP 2016 è di 0,54 e lo pone al 149° posto nel mondo (su 188). Il punteggio nazionale dell’ Indice Globale della Fame GHI è di 22, punteggio considerato ancora grave.

Il tasso della mortalità infantile è del 5% e tra le cause della malnutrizione non ci sono solo quantità di cibo insufficienti, scarsa igiene, accesso limitato all’acqua potabile e ai servizi sanitari, ma anche pratiche di cura e alimentazione non adeguate perché carenti di micronutrienti. I bambini che frequentano la scuola primaria sono circa il 58 %; ci sono ancora molti i bambini che non ricevono un’istruzione perché lontani da scuole e centri educativi o perché reclutati nei vari villaggi dalle milizie militari. La questione dei bambini soldato è tutt’ora rilevante tanto che vari organismi internazionali rimproverano il governo di non possedere un programma ufficiale per il disarmo, la smobilitazione e il reintegro dei bambini affinché possano tornare dalle loro famiglie.

Aiutaci anche tu

A costruire una casa per i bambini di Loimwe