Educazione

Nel 2017, a Karungu, la Tezza School aveva aperto le sue porte a bambini con difficoltà uditive ospitando, in due delle sue aule, una nascente scuola per bimbi sordomuti. La scuola è stata avviata dopo l’identificazione di 6 bambini non udenti che, per negligenza e discriminazione a causa della loro disabilità, non andavano a scuola e vagabondavano nei villaggi. Altri erano costretti a lavorare con i pescatori del lago mettendo a rischio la propria vita.

Il passaparola nei villaggi ha portato a conoscenza di altri bambini sordi, completamente isolati. In poco tempo i bambini sono diventati 48, diciotto della scuola materna e trenta della primaria.

L’insegnamento era difficoltoso con i bimbi ammassati in due aule ed era stato necessario affittare due baracche di lamiera come alloggio per quelli che vivevano lontano.

Nel 2018 la scuola è stata riconosciuta dal Ministero dell’Educazione come “Tezza Special School”. Pochi mesi dopo il numero di bambini era salito a 60 e si è reso necessario un posto più dignitoso sia per le lezioni scolastiche che per l’alloggio. Grazia ad un primo aiuto ricevuto dal Fondo Nazionale Kenyota di aiuto ai disabili è stato possibile acquistare un terreno, poco lontano dal Dala Kiye, ed avviare la costruzione di una Boarding School: aule, mensa e dormitori.

Fondazione PRO.SA ha sostenuto la realizzazione dei bagni e l’acquisto dei 31 banchi in legno realizzati presso la missione dei padri Passionisti a Karungu. Un esempio di circolo virtuoso che crea sostenibilità e condivisione. Presto verranno realizzate anche due serre per avviare un’attività di orti scolastici.

Oggi i bambini che frequentano la scuola sono 62 e 6 gli insegnanti. La signora Millicent, direttrice della scuola, ha una lunga esperienza in fatto di educazione che si è costruita in anni di lavoro al St. Camillus Dala Kiye.

 

La maggior parte dei bambini iscritti alla Tezza Special School sono orfani o vivono con parenti o genitori molto poveri, quindi, la famiglia non ha mezzi per rispondere alle esigenze sanitarie dei singoli bambini. Infatti, il progetto prevede programmi nutrizionali per tutti i bambini e controlli sanitari periodici presso il St. Camillus Mission Hospital di Karungu.